Migranti, intesa Asp-Prefettura per il Centro di permanenza per il rimpatrio

1' di lettura 21/07/2021 - Sicurezza e riconoscimento dei diritti sono alcuni tra i principi fondamentali alla base del protocollo d'intesa siglato fra prefettura e Azienda sanitaria provinciale di Trapani, sottoscritto dal prefetto Filippina Cocuzza e dal commissario straordinario dell'Asp Paolo Zappalà per l'attivazione del Centro di permanenza per il rimpatrio (Cpr) di Trapani.

L'accordo definisce l'organizzazione dei servizi sanitari offerti dall'Asp per garantire agli ospiti del Centro di permanenza l'accesso alle prestazioni sanitarie oltre che quelle specialistiche nei presidi ospedalieri e distrettuali. L'intesa prevede inoltre il controllo epidemiologico Covid-19 dei migranti trattenuti presso il Cpr di Trapani, attraverso l'effettuazione di tamponi molecolari e test antigenici agli irregolari in ingresso e in uscita dal Centro, al momento del rimpatrio presso i Paesi di origine o in caso di trasferimento presso altri Cpr. Nell'ambito della struttura del Cpr si trova anche la Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale, che potrà valutare eventuali richieste ed esigenze di protezione internazionale.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 21-07-2021 alle 18:03 sul giornale del 22 luglio 2021 - 112 letture

In questo articolo si parla di attualità, migranti, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cbrz





logoEV