Mazara: al via il restauro della statua fontana "L'Uomo venuto dal Mare"

3' di lettura 21/04/2021 - Prenderanno il via a fine mese per concludersi entro l'inizio dell'estate i lavori di restauro della statua-fontana di piazza Mokarta "L'Uomo venuto dal Mare", opera realizzata nel 1964 dal compianto scultore mazarese di fama internazionale Pietro Consagra.

Lo ha annunciato l'assessore comunale con deleghe al Turismo, Eventi, Cultura e Spettacolo, Politiche Giovanili e Partecipazione Germana Abbagnato incontrando i giornalisti in conferenza stampa, insieme al sindaco Salvatore Quinci.

"Questo progetto – ha sottolineato Abbagnato – è frutto della sinergia e della collaborazione inter istituzionale e pubblico-privata, in quanto si avvarrà dello sponsor tecnico di due aziende mazaresi che ringraziamo, la Chiraema e la Rosario Marino, che non solo finanzieranno il restauro ma lo effettueranno materialmente, attuando un progetto della Soprintendenza ai Beni Culturali che grazie ad un protocollo d'intesa con il Comune è stato donato alla Città e che si è avvalso anche della collaborazione dell'Istituto Centrale del Restauro".

"Da oltre vent'anni – ha sottolineato l'assessore Abbagnato – la statua fontana è in uno stato di cattiva conservazione ed ora finalmente potremo restituirla al suo antico splendore a costo zero per le casse comunali. In questo modo – ha aggiunto - la Città vuole onorare la memoria del Maestro Consagra, del quale lo scorso anno abbiamo celebrato il centenario anche con un'altra importante azione condivisa con la Fondazione Orestiadi: il recupero e la mostra di 100 opere grafiche, tra litografie, acqueforti, acquetinte e seragrafie realizzate da Consagra tra il 1947 ed il 1977. Le opere sono esposte al Collegio dei Gesuiti e saranno inserite nella Via dei Tesori che vedrà protagonista Mazara del Vallo con una presentazione in 5 lingue nel nuovo portale dedicato ed in quello del Distretto turistico".

Altro progetto annunciato dal sindaco Quinci e dall'assessore Abbagnato: la realizzazione di una nuova segnaletica turistica che sostituirà l'attuale segnaletica di 15 siti di interesse storico-archeologico. "La nuova segnaletica, accompagnata da una mappa cartacea ed interattiva – ha spiegato l'assessore Abbagnato – vuole migliorare la conoscenza e l'accoglienza attraverso un itinerario per scoprire la città a piedi".

L'itinerario parte proprio dalla statua fontana del Consagra e prosegue nella stessa piazza Mokarta presso l'Arco Normanno per poi raggiungere: la Basilica Cattedrale, il Museo Diocesano, le chiese di Santa Caterina, Santa Veneranda, San Michele dei Normanni, San Francesco, San Nicolò Regale. E ancora: il porto canale, il teatro Garibaldi, la chiesa del Convento del Carmine, il Collegio dei Gesuiti, Sant'Ignazio e Sant'Egidio che ospita il Museo del Satiro Danzante. "Un progetto – ha detto l'assessore Abbagnato –che si è avvalso della collaborazione della Fog Communication, per i testi dello storico ed esperto culturale del Sindaco, Mario Tumbiolo, e per le traduzioni del prof. Clemente oltre che della collaborazione del personale comunale".

"In attesa che i Musei possano riaprire e che si possa tornare all'auspicata normalità – ha detto il sindaco Quinci – ci prepariamo e programmiamo la prossima stagione estiva". A tal proposito, scade il 26 aprile il termine ultimo per la presentazione di progetti di spettacoli e manifestazioni che verranno vagliati dall'amministrazione per la predisposizione del cartellone "Eventi dell'estate 2021". Spettacoli ed eventi, che compatibilmente con le prescrizioni sanitarie, si terranno esclusivamente all'aperto.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2021 alle 13:35 sul giornale del 22 aprile 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa, mazara del vallo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYGx





logoEV