Covid, dati falsi per evitare la zona rossa: arrestati funzionari della Regione. Razza indagato

3' di lettura 30/03/2021 - Terremoto in Regione: arrestati funzionari accusati di aver alterato i dati sulla pandemia da inviare all'Istituto superiore di sanità. Indagato l'assessore alla Sanità Ruggero Razza

Avrebbero falsificato i dati regionali sulla pandemia, alterando i numeri di tamponi, positivi e decessi, da inviare all’Istituto Superiore di Sanità al fine di condizionare i provvedimenti adottati per il contenimento della diffusione del virus (e quindi il 'colore' della regione). È la pesantissima accusa rivolta dai carabinieri e dalla procura di Trapani ad alcuni funzionari del Dipartimento Regionale per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico (Dasoe) e dell’Assessorato della Salute della Regione Siciliana.

Martedì mattina i carabinieri del Nas di Palermo e del Comando Provinciale di Trapani hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di tre persone: la dirigente generale del Dasoe, Maria Letizia Di Liberti, il funzionario della Regione Salvatore Cusimano e un dipendente di una società che si occupa della gestione informatica dei dati dell’assessorato, Emilio Madonia. Le accuse sono falso materiale e falso ideologico.

Nell'inchiesta risulta indagato anche l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, accusato degli stessi reati. Indagati anche il dirigente Mario Palermo e due dipendenti dell'Asp di Palermo.

L'inchiesta

L’inchiesta è nata dalla scoperta che in un laboratorio di Alcamo (da qui la competenza della procura di Trapani) erano stati forniti dati falsati su decine di tamponi. I pm hanno avviato accertamenti, che sono arrivati fino all’assessorato regionale. Diverse intercettazioni confermerebbero l’alterazione dei dati inviati all’Iss.

Dal mese di novembre sarebbero circa 40 gli episodi di falso documentati dagli investigatori, l'ultimo dei quali risalirebbe a pochi giorni fa, il 19 marzo. Sarebbe stato alterato, in svariate occasioni, sia il numero dei positivi e dei tamponi e a volte anche quello dei decessi.

Il gip di Trapani nell'ordinanza parla di un vero e proprio "disegno politico scellerato" con dati calmierati, positivi e decessi "spalmati" nel tempo per evitare che la Sicilia fosse messa in zona rossa.

Secondo quanto scrive il gip, il presidente della Regione Nello Musumeci sarebbe estraneo all'inchiesta, "pare tratto in inganno dalle false informazioni che gli vengono riferite". Diversa invece la posizione dell'assessore Razza: sebbene nei suoi confronti non emergano profili di una certa gravità, "è emerso il parziale coinvolgimento di Razza nelle attività delittuose del Dasoe".

Le intercettazioni

"Spalmiamoli un poco...". Così, in una delle telefonate intercettate, l'assessore alla Salute Ruggero Razza diceva a Letizia Di Liberti, la dirigente regionale che avrebbe dovuto comunicare i dati dei decessi per covid all'Iss. "I deceduti glieli devo lasciare o glieli spalmo?", chiede lei. "Ma sono veri?", chiede Razza. "Si, solo che sono di 3 giorni fa", risponde. E Razza dà l’ok: "Spalmiamoli un poco...".

In un'altra conversazione risalente al novembre scorso, dopo la decisione del governo di mettere la Sicilia in zona arancione, Razza dice a alla dirigente: "Letizia è inutile che facciamo stare in piedi sacchi vuoti… c’è stata una gravissima sottovalutazione e il dato finale di questa sottovalutazione, di questa gravissima sottovalutazione, è scritto in quegli indicatori. Poi secondo me sono sbagliati perché mettono sullo stesso piano indicazioni diverse, però come avrai visto ci sono dei dati dove noi comunichiamo zero! … E chissà da quanto!”.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un articolo pubblicato il 30-03-2021 alle 12:42 sul giornale del 31 marzo 2021 - 120 letture

In questo articolo si parla di cronaca, falso, marco vitaloni, articolo, coronavirus, covid, ruggero razza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bU0G