Mascherine e guanti non a norma, maxi sequestro ad Agrigento

1' di lettura 02/12/2020 - Sequestrati nell'Agrigentino più di 100 mila dispositivi di protezione non a norma di provenienza cinese

La guardia di finanza di Agrigento ha sequestrato oltre 100mila mascherine chirurgiche e 2.700 guanti in lattice, di produzione cinese, prive delle necessarie certificazioni di sicurezza e potenzialmente dannose per la salute dei consumatori. I dispositivi di protezione sono stati rinvenuti in vari esercizi commerciali di Agrigento, Canicattì e Porto Empedocle.

I mmilitari hanno accertato che i dispositivi di protezione, in parte destinati ai minori di 14 anni, erano privi del marchio CE, dei requisiti prescritti sulla sicurezza dei prodotti (indicazione del produttore, numero del lotto e scadenza), delle istruzioni d’uso e delle avvertenze obbligatorie in lingua italiana. Ma anche che i titolari delle attività controllate non erano Ai titolari delle ditte ispezionate sono state elevate sanzioni amministrative che variano da un minimo di 500 a un massimo di 60.000 euro.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2020 alle 12:23 sul giornale del 03 dicembre 2020 - 180 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, guardia di finanza, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEfX